Guarda, impara e sii grato

La natura insegna e accoglie

pureyoga, odaka yoga, lago d'Iseo e Franciacorta

Lo dico spesso durante le mie lezioni all’aperto. Lasciati andare all’abbraccio della terra. La terra ti sostiene e ti accoglie, perchè tu fai parte di essa.

Nella pratica il rimanere più a lungo possibile nel presente è quello che conta. Crea benessere, attenzione, e unione. E dall’unione nasce la connessione profonda con tutto quello che ti circonda.

La connessione è amore. La divisione paura.

Quest’anno le lezioni all’aperto mi sembrano più ‘sentite’. Le persone hanno voglia di verde, di condivisione e di momenti di sospensione da tutto il resto.

C’è chi si è avvicinato alla pratica perchè durante il periodo di chiusura totale per il virus ha sperimentato lo yoga on line per rilassarsi. C’`e chi si sente arrugginito perchè non ha più fatto niente, chi ha voglia di provare a lasciare andare ansie e tensioni in un ambiente gentile e invitante.

Il fiume e il verde intorno, uno spazio riservato e silenzioso. La sola compagnia degli animaletti dell’acqua.

Ma ci voleva questa emergenza per farci riscoprire quanta bellezza c’`e qui intorno e come infondo per stare bene ci vogliono essenzialmente cose semplici?

Ci voleva di fermarsi ‘forzatamente’per avere un luglio fresco e limpido? Non me lo ricordo da anni! … Per vedere il fiume pulito e pieno di pesci… le libellule, le lucciole e la brezza …

Ieri al parco ho incontato un cagnolino simpaticissimo. Un cucciolotto di nome Aldo che va in giro in motorino con il sua amico umano. Ho passato la serata con loro a chiacchierare e giocare. A condividere un panino e due crocchette. Questo signore di quasi settant’anni di nome Francesco, molto semplice e solitario mi ha detto: ‘ Cosa possiamo volere di più io e Aldino? Un pò di ottima compagnia, la natura e il silenzio, e il vento fresco in riva al fiume!’

Ci voleva che ci obbligassero a non ammassarci? Per ridimensionare una frenesia così artificiale?

La natura stà un po`meglio, questo è un segnale , uno spunto, un insegnamento.

Non possiamo ignorarlo. Fermiamoci un pò più spesso a guardare il cielo, a toccare una pianta, accarezzare un cane, osservare come si muovono gli animali intorno a noi? Fermiamoci per perderci in tutte le sfumature di verde, nei suoni che lo accompagnano. Nelle sensazioni diverse che il tocco di fiori, piante acqua, pietre ci danno.

E’molto più benefico di un negozio che ci invade con colori e offerte di cose che non servono. Di una televisione accesa per riempire vuoti che in realtà non esistono.

Se restare chiusi ha amplificato i nostri sensi e i nostri pensieri facciamo in modo che questo non si disperda.

Farne tesoro può renderci migliori e rendere migliore il nostro pianeta che respira con noi.

pureyoga, odaka yoga, lago d'Iseo e Franciacorta