Pura Grazia: Soul Fruit

Connessione continua, quella che c’`e in ogni cosa

Questi due anni in cui mi sono concentrata soprattutto sullo studio e l’insegnamento dello yoga sono stati ricchi e vissuti pienamente. Questo nonostante ciò che ha caratterizzato questo periodo sia stato limitante e fonte di preoccupazione continua.

Ma lo yoga a questo porta inevitabilmente… ti avvicina alla parte più profonda ti te, alla conoscenza e alla lucidità nell’affrontare la vita.

E quando qualcuno pensa che sia solo un blando esercizio fisico non sto neanche a tentare di convincerlo o di avvalere le mie ragioni e il mio vissuto.

Lo invito semplcemente a provare… a praticare e osservare se e cosa può cambiare … male non può fare comunque…

La realtà si esprime attraverso i fenomeni della coscienza per cui il viaggio di uno yogi è fatto di tante tappe e di tante conquiste mentali … così come accade per le asana e il controllo del corpo sul tappetino.

Certo non sto parlando di un processo complesso e totale come quello descritto da Patanjali nelli Yogasutra. Anche lo yogi più moderno e occidentale può comunque percepire questa trasformazione che avviene attraverso il respiro e il rivolgersi all’interno.

Io ho capito, tra le tante cose, che avevo voglia di raccontare qualcosa di familiare e accessibile… perchè vivere lo yoga è una cosa che riguarda tutte le sfere della propria vita… il rapporto con se stessi, gli altri, la salute, il pianeta e la presa di coscienza.

Essere Yoga.

Ho romanzato la mia esperienza di cuoca e proprietaria di un locale vegano raccontando un pò di me e soprattutto di come il filo rosso che tutti connette sia più tangibile quanto più siamo dentro noi stessi.

Tutto questo ha preso forma in un libro, il mio primo libro pubblcato che ho voglia di condividere nella sua semplice autenticita`.

Pura Grazia: Soul Fruit

Namastè