Da dove parti non lo puoi decidere, il cammino e la meta invece dipendono da te.

Lo yoga aiuta a conoscersi, a trovare calma e lucidità.. a scoprire la propria autenticità.

Certamente anche il corpo ne trae fantastici benefici.

Ma quando si pratica con costanza e umiltà non ci si puo`sottrarre da se stessi..

… diventa difficile trascinarsi e lasciarsi trasportare dalle correnti

… anche ascoltare solo le voci dei propri pensieri che fanno da filtro alla realta`.

Diventa vitale invece manifestarsi. Lasciar fluire la propria creatività, sbagliare senza farsi schiacciare dal fallimento…far pace con i propri limiti e talvolta superarli.

Il tappetino è uno spazio sacro dove dar spazio alla propria trasformazione.

Provo profonda gratitudine ogni qualvolta sento che qualcosa sta cambiando, che non sono ferma.

E questa emozione si estende alle aperture dei miei allievi che spesso condividono le loro esperienze.

Mi viene in mente quella di Irene…

Erano le 8 di sera dopo la pratica davanti al fiume l’anno scorso. Una sera di vento e di profumo di fiori.

Dopo savasana mi dice che doveva parlarmi…

Era agitata ma felice…

‘Marina, stasera ho deciso di licenziarmi, aprire la partita va e provare a lavorare da libera professionista.’ ‘Questo pensiero che da mesi mi avvolge nebbioso e statico si è illuminato stasera…

mentre ero stesa dopo la patica e guardavo gli aironi volare ascoltando il mio respiro!.’